Regional Academy Meeting

Il Regional Academy Meeting costituisce, per i rappresentanti delle Regional italiane, l’occasione per confrontarsi sulle novità introdotte nel portfolio Cisco e sullo stato di salute del Cisco Networking Academy Program in Italia.

Le statistiche emerse nel corso dell’incontro tenutosi a Roma, nel novembre 2009, confermano la forza e la validità dell’offerta formativa Cisco, perfettamente in linea con le esigenze del mondo del lavoro.

Dati aggiornati

È cresciuto il numero delle figure professionali che si sono formate su Curricula dell’azienda californiana, mentre sono in aumento gli instructor e gli studenti impegnati in percorsi Cisco Academy.
Le cifre parlano chiaro:

  • gli studenti attivi in Italia sono più di 10.000;
  • quasi 500 gli istruttori;
  • 276 le Accademie;
  • più di 2.000 i “diplomati”.

La maggior parte degli studenti proviene dalle Scuole Secondarie di secondo grado, un’altra buona fetta di discenti dalle Università, e infine, una parte non trascurabile da altri ordini di scuole.

Il curriculum più frequentato è il CCNA, seguito dall’IT Essentials. Quest’ultimo è indirizzato per lo più a chi frequenta le Scuole Secondarie, il CCNA si rivolge a tutti gli studenti (Scuole Secondarie e Università), mentre il CCNP è destinato alle Università e a percorsi professionali avanzati.

Per quel che riguarda le novità in aula, Regional e Local vedono l’ingresso, nel portfolio, del CCNA Security, attualmente in development e disponibile da giugno.

Offerta formativa

Il ventaglio dell’offerta resta, naturalmente, segmentato per profili professionali, per cui si passa da corsi di Basic Level che formano installatori, amministratori di rete e figure impegnate nel supporto sistemistico, a corsi di Small and Medium Business Networking , che riguardano chi si forma come amministratore di reti per piccole e medie imprese, fino a raggiungere il livello più alto, ovvero il cosiddetto Enterprise Networking, attraverso il quale ci si prepara ad amministrare reti di dimensioni globali, lavorando così per multinazionali oppure organizzazioni transnazionali.

Tra i prodotti in catalogo bisogna distinguere tra:

  • end of life (corsi non più aggiornati che verranno rimossi dal portfolio al termine del 2009);
  • unsupported (non più allineati con le certificazioni di riferimento – non possono essere abilitate nuove Academy su questi curricula);
  • in development (in “incubazione”, ovvero nuovi corsi in linea con le richieste del mercato).

Per la progressione di carriera si devono quindi considerare i segmenti CCNA Discovery e CCNP (per reti di grandi dimensioni), tra i quali si colloca la novità principale del portfolio Cisco: il già citato CCNA Security (attualmente in development, disponibile da giugno).

Vengono introdotti nuovi esami come il Security, il Wireless e il Voice, che danno naturalmente accesso a nuove certificazioni.

Regional Academy Guidelines

Esaurito l’argomento portfolio, l’attenzione dei partecipanti al Regional Academy Meeting si è spostata sulle Regional Academy Guidelines ovvero le linee guida in riferimento al Quality Assurance Plan e ai rapporti tra Cisco, CATC e Regional Academy.

IT Essentials in italiano e composizione CATC

Nel corso del meeting è stata inoltre illustrata la nuova composizione del CATC Team, mentre una menzione particolare è stata riservata alle certificazioni e ai voucher gratuiti per gli instructor.
I relatori del meeting, Luca Lepore e Giuseppe Cinque, si sono soffermati anche sulla novità in arrivo a giugno: l’IT Essentials in italiano, esercizi ed esami compresi.

Eventi

Evidenza particolare, infine, è stata data anche ad eventi ludico – formativi come il NetRiders (una competizione per i migliori studenti Netacad selezionati dalle proprie Academy), che contribuiscono a creare interesse attorno al programma Cisco, e ad opportunità di interazione tra i soggetti coinvolti nel CNAP come il Cisco Partner Career Day e l’Italian Academy Conference, per tutti i professionisti che lavorano nel Programma Cisco.