Il modello EPICT

Logo EPICT


Il modello didattico EPICT (European Pedagogical ICT licence) fornisce agli insegnanti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria le competenze per l’utilizzo delle Tecnologie per l’Informazione e la Comunicazione (TIC) nella quotidiana pratica di insegnamento. 


EPICT è un progetto eContent finanziato dall’Unione Europea negli anni 2002-2005 che ha visto come partner l’Italia, la Danimarca, la Grecia, l’Ungheria. Il progetto ha avuto la finalità di sviluppare e validare a livello europeo il modello EPICT, completo di metodo didattico e procedure per l’attivazione e gestione della struttura organizzativa.

Il modello EPICT si rivolge agli insegnanti che già possiedono abilità specifiche di base e intendono acquisire competenza nell’uso pedagogico delle tecnologie. L’idea di fondo è che imparato il funzionamento del mezzo, il focus è incentrato sulle modalità e le caratteristiche di utilizzo delle tecnologie specificamente in ambito formativo.

EPICT Italia è il Nodo nazionale italiano del Consorzio Internazionale EPICT.

In Nodo italiano del Consorzio EPICT ha sede presso il Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi - Università degli Studi di Genova (DIBRIS)

Il Nodo nazionale italiano si avvale della collaborazione di Provider territoriali per la diffusione del modello EPICT, in termini di formazione e certificazione.

Accademia del Levante è provider esclusivo per le regioni di Puglia e Calabria per l'erogazione dei corsi ed il rilascio delle certificazioni EPICT.

E' possibile scaricare la brochure informativa dei corsi e delle certificazioni EPICT.

Quadro di Competenze EPICT: le competenze di uso pedagogico delle tecnologie digitali

Il Quadro delle Competenze EPICT descrive le competenze chiave in relazione all’uso pedagogico delle tecnologie digitali. L’organizzazione del Quadro delle Competenze si articola su quattro livelli:
  1. Area di competenza (Competenza Pedagogica – Competenza sulle risorse digitali – Competenza di socialità in rete – Competenza organizzativa)
  2. Macro-Competenze
  3. Competenze
  4. Corrispondenza di ogni competenza con i Moduli EPICT 


Syllabus dei Moduli EPICT

Molte delle competenze descritte presuppongono altre competenze generali da parte del docente. Questo deriva dall’approccio proposto dal Consorzio EPICT all’integrazione delle tecnologie digitali a Scuola: dal nostro punto di vista le tecnologie digitali sono uno strumento e l’uso di questo strumento è da intendersi alla luce di quanto i docenti devono essere in grado di fare indipendentemente dai singoli strumenti didattici. I docenti hanno obiettivi disciplinari definiti dalle indicazioni dei curricoli nazionali e obiettivi educativi anch’essi definiti da parte dei Ministeri dell’Istruzione e che comunque tradizionalmente fanno parte del bagaglio professionale dell’insegnante: l’educazione dello studente alla capacità critica e alla capacità di vivere e comportarsi in modo positivo nella società, sono da sempre negli obiettivi pedagogici di ogni insegnante.

L’integrazione delle tecnologie nella didattica è qualcosa che si integra con le tradizionali competenze del docente e aggiunge “semplicemente” strumenti alla “cassetta” degli attrezzi, già in dotazione al docente. L’obiettivo è di avere strumenti sempre più precisi e sofisticati che permettano di svolgere le proprie attività con maggiore efficacia e – essendo l’attività didattica una attività sociale – maggiore conivolgimento e motivazione da parte di tutti gli attori del processo educativo.

Il quadro di competenze e il syllabus dei singoli moduli della Certificazione EPICT sono stati sviluppati guardando alla letteratura più avanzata del settore e validata dagli esperti che lavorano all’interno del Consorzio:
  • l’ICT-CFT Competency Framework for Teachers, pubblicato dall’UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura, dall'acronimo inglese United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization);
  • l’e-learning Competency Framework for Trainers and Teachers realizzato dall’ EIfEL (European Institute for e-Learning), associazione senza scopo di lucro europea, con una propria organizzazione indipendente, la cui missione è quella di sostenere attraverso pratiche innovative le organizzazioni, le comunità e gli individui nella costruzione di un’economia della conoscenza e di una società dell’apprendimento;
  • il Competency Framework dell’Institute of IT Training (IITT), ora Learning & Performance Institute (LPI), uno fra i principali organismi di riferimento per i professionisti di formazione con le tecnologie nel mondo;
  • il profilo di competenze dell’IT Trainer descritto da Eucip (European Certification of Informatics Professionals), il sistema europeo di riferimento per le competenze e i profili professionali informatici;
  • il Self Review Framework realizzato dal Becta, agenzia che era stata istituita dal governo britannico per garantire l'efficace e innovativo uso della tecnologia nell’insegnamento e nell’apprendimento;
  • il Common European Framework for Teachers Professional Profile in ICT for Education, definito all’interno del progetto uTeacher, finanziato dalla Commissione Europea;
  • il progetto ATC21S (Assessment and Teaching of 21st Century Skills) presentato da Cisco Systems, Intel Corporation e Microsoft Corporation e incentrato sulla definizione delle competenze che devono avere i docenti del ventunesimo secolo e sui metodi per misurarle e svilupparle;
  • il National Educational Technology Standard, Standard Nazionale Americano per l'utilizzo delle tecnologie nella didattica redatto da ISTE - International Society for Technology in Education;
  • il Digital Competence specifications draft by the Institute for Prospective Technological Studies (IPTS), uno degli istituti scientifici del Joint Research Centre (JRC) della Commissione Europea.
   

Iscriviti alla Newsletter

Seguici sui Social

Spendi qui il tuo buono

CartaDelDocente
Logo PassImprese    Logo FormaTemp     Logo Fondoprofessioni

Per un corretto funzionamento questo sito utilizza i cookie. Visualizzando i contenuti al di sotto della presente informativa, accetti il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sull’uso dei cookie da parte di questo sito, consulta la policy sulla privacy.

  Dichiaro di aver letto l’informativa e di accettare i cookie da questo sito.
Pagina del Garante sulla Privacy dedicata ai cookie