Università italiane e programma Cisco

Nel 2008 erano 34 le Università italiane aderenti al Cisco Networking Academy Program  tra cui Pisa, Udine, Trieste, Camerino, Milano, Bari, Messina, Torino, Genova, Crema, Cosenza e Roma.

Accademia del Levante è in particolare il riferimento per l'integrazione della formazione Cisco Academy nei programmi universitari del corso di laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni del Politecnico di Bari (maggiori informazioni possono essere reperite qui).

Nel 2010 si sono aggiunte altre Università, tra cui l'Università del Salento di Lecce e Ingegneria delle Telecomunicazioni di Rieti e Latina.

Molte Cisco Academy universitarie integrano i Curricula Cisco, prevalentemente CCNA, nei propri corsi di Laurea.
Il Cisco Networking Academy Program è diffuso principalmente nei corsi di laurea in Informatica, probabilmente perché vi è più richiesta di specializzazione dei futuri laureati.

In queste realtà, i Curricula Cisco risultano un valido strumento per semplificare l’approccio, non solo degli studenti, madegli stessi docenti,alle nuove tecnologie informatiche, facilitando la strutturazione e l’erogazione ex-novo di corsi ed esami universitari.

Poca penetrazione c’è stata, almeno in passato, nelle facoltà ingegneristiche ed in tutte quelle università dove, già da anni, sono attivi corsi sulle reti. Recentemente, si sta assistendo ad un’inversione di tendenza, con crescente interesse nei confronti della formazione teorico-pratica offerta dai curricula Cisco.

Molti sono i casi notevoli, come l’Academy di Pisa che, oltre ad erogare da anni i corsi CCNA ai propri studenti del triennio di Ingegneria Informatica, dal 2004 sta sperimentando anche l’insegnamento di Corsi CCNP (Cisco Certified Network Professional), nel biennio di specializzazione. I corsi su cui si "appoggia" il Curriculum sono quelli di “Reti 1”, “Reti 2” e “Trasmissioni”.

Spesso i moduli del CCNA vengono erogati inserendone o integrandone i contenuti nei normali programmi dei corsi universitari: 1 o 2 moduli CCNA per esame, in genere CCNA 1 e CCNA 2 nel triennio, mentre CCNA 3 e 4 fanno parte del biennio di specializzazione.

Gli esami dei Curricula sono spesso facoltativi; a volte viene richiesto il consenso del docente; in altri casi il certificato di superamento dei corsi Cisco, anche di neo-diplomati, vale un certo numero di crediti formativi per il percorso di studi.

Tecnico a lavoroLe lezioni teoriche sono normalmente tenute dai professori in presenza, ma buona parte del valore aggiunto per i ragazzi è costituito dalle attività pratiche sugli apparati, coordinate anche dai dottorandi, opportunamente formati come Cisco Instructor. Gli studenti si esercitano a configurare e gestire realistiche situazioni aziendali, presso i laboratori dell’università.

L’Università di Crema ha sperimentato, con notevole successo, i corsi Cisco post-laurea e la possibilità di far divenire i propri discenti “Cisco Instructor”.

L’Università di Messina ha inserito l’intero percorso CCNA all’interno del Corso di Laurea in Informatica. I contenuti dei 4 moduli CCNA vengono distribuiti su 2 corsi sulle Reti di calcolatori. Gli esami finali Cisco sono facoltativi e richiedono il preventivo superamento del relativo esame universitario ed il benestare dei docenti dei corsi.

Del tutto simile l’attivazione della sperimentazione presso l’Università La Sapienza di Roma, Rieti e Latina, con l’inserimento, in alcuni esami di Ingegneria delle Telecomunicazioni, dei corsi CCNA_1 e CCNA_2.

L’Università Campus Bio-Medico di Roma riconosce 5 crediti formativi per ciascun Curriculum, compresi i nuovi “IT Essential- Network Operating Systems.

L’Università di Firenze ha invece sperimentato l’inserimento dei percorsi di formazione Cisco all’interno di un Master in Multimedia, organizzato in collaborazione con la Cisco Academy di Pisa.

 

   

Iscriviti alla Newsletter

Seguici sui Social

Italian Academy Conference 2017 a Bari

IAC2017 1

Fondoprofessioni

Logo Fondoprofessioni

Per un corretto funzionamento questo sito utilizza i cookie. Visualizzando i contenuti al di sotto della presente informativa, accetti il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sull’uso dei cookie da parte di questo sito, consulta la policy sulla privacy.

  Dichiaro di aver letto l’informativa e di accettare i cookie da questo sito.
Pagina del Garante sulla Privacy dedicata ai cookie